La musica non è una questione individuale

Dal momento che per far vivere la musica, frutto della penna di un compositore, c’è bisogno di un insieme di elementi tra cui persone che suonino e persone che ascoltino, trovo meraviglioso poter attribuire alla musica lo status di rito collettivo. È proprio nella collettività riunita che la musica si esprime, sia che si guardi al gruppo di musicisti che suona, sia che si guardi al gruppo di persone che ascoltano. Entrambi i gruppi sono al loro interno coesi in uno scopo comune (ascoltare o suonare) e armonizzati tra di loro da un amore reciproco: amore di coloro che ascoltano e amore di coloro che suonano. Read more