Sul senso delle cose

Nel mezzo del cammin di mia vita, era giunto il momento di mettere ordine. L’ordine avrebbe dovuto regolare un tutto disomogeneo, disorganizzato e difficile da decifrare chiamato VITA. A quarantun anni avevo vissuto così tante esperienze, fisiche, emotive ed intellettuali, da necessitare un inventario, che potesse restituirmi una biblioteca vasta piena di ricordi, raccolti e catalogati non in base ad un ordine alfabetico ma in base al senso che essi hanno tra di loro e in base all’importanza che essi hanno in me. Read more